Malocclusione e postura sono legate insieme

Il corpo umano è in stretta relazione in ogni sua parte, tale che una modifica della bocca si riflette sulla colonna e viceversa.
SCOPRI DI PIÙCONTATTAMI ADESSO!

Caso di studio: Malocclusione trattata combinando Odontoiatria e Osteopatia

Introduzione

 

Le malocclusioni o disarmonie occlusali ed alterazioni della postura della colonna vertebrale, vengono riscontrate in misura sempre più elevata tra bambini ed adolescenti.

Vogliamo mettere in evidenza come la cura della malocclusione, coaudiuvato dal trattamento osteopatico craniale, migliora l’atteggiamento posturale asimmetrico della colonna vertebrale.

malocclusione

Materiali e Metodi

 

Lo studio riguarda un caso singolo in cui il paziente viene valutato tramite l’utilizzo dell’analizzatore posturale. Il cranio viene posizionato con il piano di Francoforte parallelo al suolo.

La postura della colonna viene analizzata anche attraverso radiografia del rachide in ortostatismo in proiezione antero-posteriore e latero-laterale.

L’occlusione dentale è stata valutata tramite i modelli in gesso e/o foto della bocca. Il paziente viene trattato occlusalmente tramite placche di Planas modificate secondo l’Ortopedia Funzionale dei Mascellari per tutto il periodo di trattamento e attraverso terapia osteopatica craniale solo per i primi due anni.

Le malocclusioni sono disturbi che squilibrano il sistema Cranio-Vertebro-Mandibolare.

Il paziente Antonio di anni 9, in seguito a valutazione posturale e occlusale, presenta:

  • asimmetria del cranio, delle spalle e del bacino;
  • malocclusione di II classe (distocclusione);
  • linea interincisiva inferiore deviata a destra rispetto alla superiore;
  • atteggiamento scoliotico evidenziabile radiograficamente.

Il paziente viene trattato tramite:

Manipolazione osteopatica craniale per i primi due anni;

Placche di Planas con piani di scorrimento di II classe modificate secondo l’Ortopedia Funzionale dei Mascellari per tutto il periodo di trattamento ossia, anni 5. (Fig. 1)

malocclusione-placche-di-planas-modificate
Fig.1 Placche di Planas con piani di scorrimento di II classe e arco di Bimler superiore.

 

Nella fig.1 è possibile evidenziare come l’apparecchio occlusale posizione le mascelle in simmetria durante tutto il periodo di trattamento. Questo conferisce sin dal primo momento dell’applicazione dell’apparecchio occlusale una modifica della struttura scheletrica.

 

Risultati

 

Dopo 5 anni di trattamento di cui i primi due prevedevano il trattamento combinato odontoiatrico e osteopatico, mentre i restanti 3 anni solo odontoiatrico, l’asimmetria occlusale, evidenziabile tramite valutazione della linea interincisiva superiore con l’inferiore, si è risolta (fig. 2a e 2b).

La II classe dentale (o distocclusione) iniziale è diventata una I classe dentale (o normocclusione) (fig. 3a e 3b).

L’asimmetria posturale valutata all’analizzatore posturale (fig. 4) migliora così come la radiografia della colonna vertebrale prima e dopo trattamento (fig. 5).

 

Occlusione-dentale-inizio-trattamento
Fig.2a – Inizio trattamento: linea interincisiva inferiore (blu) deviata a destra rispetto alla linea interincisiva superiore (rossa)

 

Occlusione-dentale-Dopo-trattamento
Fig.2b – Dopo trattamento: linea intericisiva inferiore (blu) sovrapponibile alla superiore (rossa); asimmetria occlusale risolta.

 

distocclusione-II-classe
Fig.3a – Inizio trattamento: II classe dentale (o distocclusione);

 

Occlusione-dentale-fine-trattamento
Fig.3b – Dopo trattamento: I classe dentale (o normocclusione); osservare il “buon” rapporto molare e di tutti gli altri elementi dentari in arcata

 

Analisi-Analizzatore-posturale
Fig.4 – Contronto postura inizio e dopo trattamento: Il paziente è rapportato con se stesso a distanza temporale di 5 anni,in sintesi, il soggetto presenta una ridotta armonia del corpo nella fase iniziale e armonico e più simmetrico rispetto a fine trattamento. 

 

Radiografia-Rachide-RX
Fig.5 – Radiografia del rachide in ortostatismo in proiezione antero-posteriore: Confronto tra inizio efine trattamento rispettivamente Rx sx eRx dx. ,Il soggetto presenta allostato iniziale un’asimmetria della colonna e del bacino, mentre a fine trattamento una riduzione dell’asimmetria della colonna e del bacino.

 

Conclusioni

 

Questo caso ci è utile per dimostrare come il corpo è un’unità unica e va pertanto valutato e trattato nel suo insieme.

Il trattamento occlusale ed osteopatico hanno dato i suoi giovamenti in quanto l’occlusione si è risolta egregiamente e la postura del soggetto è armonica.

Inoltre il riscontro radiografico evidenzia un miglioramento della colonna e del bacino prima e dopo trattamento.

Termini chiave: malocclusione, postura, rachide, ortopedia funzionale dei mascellari, osteopatia craniale.

CONTATTAMI

Risolvi con me il tuo bruxismo o il tuo serramento, contattami e fissa un appuntamento, puoi anche inviarmi una email, sarò lieto di aiutarti.

SEGUIMI SUI SOCIAL

Pin It on Pinterest

Shares
Share This